Le alghe sono organismi uni o pluricellulari autotrofi (organismi fotosintetizzanti) viventi in ambiente umido e trovano impiego nell’alimentazione umana e animale, nell’industria dei cosmetici, della carta e del tessile, in medicina e in agricoltura.

Nei formulati L. Gobbi srl possiamo trovare due specie di alghe: Ascophyllum nodosum e Laminaria digitata.

La scelta d’impiego di un tipo di alga o della loro miscela nei diversi formulati è legata alle caratteristiche specifiche di ciascuna. Ascophyllum nodosum, più ricca in sostanze ad azione bioregolatrice naturale, è consigliabile in prossimità della fioritura per migliorare l’allegagione e la resistenza del fiore in condizioni avverse. Per questo motivo è anche associata a elementi quali il boro, somministrati in prossimità di tali fasi. Laminaria digitata è più ricca in carboidrati e in sostanze che agevolano l’assorbimento e la traslocazione delle sostanze nutritive. Per tale ragione a questa alga sono associati gli elementi con difficoltà di “movimento”. La miscela è proposta quando si presentano entrambe le condizioni sopra descritte.

Estrazione, lavorazione e resa delle materie derivate.

La loro estrazione avviene nei mari freddi del nord con l’ausilio di barche raccoglitrici dotate di appositi macchinari o anche manualmente sui fondali marini durante la bassa marea.

Sottoposte al costante movimento delle maree, le alghe vivono in condizioni particolarmente stressanti. Per sopravvivere in tali condizioni, sviluppano dei processi di regolazione interna unici che permettono loro, non solo di resistere ma anche di avere una crescita equilibrata.
Le alghe in genere sono molto ricche di iodio e di alginati (ruolo tensioattivo) e di oligosaccaridi (elicitori delle difese). Molto ricche anche di fattori di crescita (Gibberelline, Citochinine, Betaine), che stimolano la crescita che può raggiungere punte di 12 centimetri al giorno nella Laminaria digitata.

Il processo di lavorazione prevede un lavaggio e la successiva disidratazione all’aria aperta del materiale raccolto. A questo punto si aprono due strade. Una parte del materiale disidratato viene micronizzato e macinato fino a ridurlo in farina, un’altra parte viene reidratata e su questa parte si estraggono i sali minerali, i fattori di crescita, alcune sostanze organiche e i carboidrati, che vengono concentrati con un processo che non prevede aumento di temperatura. Successivamente le due frazioni sono nuovamente miscelate per ottenere il prodotto con una più elevata concentrazione in sostanze utili.

Mediamente occorrono quasi 20 kg di alga fresca per produrre un kg della nostra matrice algina concentrata.

I formulati

Alla base di tutti i prodotti c’è una elevata dotazione in alginati (per una migliore veicolazione dei nutrienti all’interno della foglia), in vitamine ed oligosaccaridi (per incrementare la resistenza agli stress) ed in microelementi.

Le alghe presenti nei prodotti Gobbi

Specialità a base di sole alghe marine Alga Special Ascophyllum nodosum
Specialità a base di sole alghe marine Seaweed Mix Ascophyllum nodosum Laminaria digitata
Concimi a base di macroelementi Alga 6.5.5 Laminaria digitata
Concimi a base di macroelementi Alga-Dünger Ascophyllum nodosum
Concimi a base di mesoelementi AlgiMAG Laminaria digitata
Concimi a base di mesoelementi AlgiCAL Laminaria digitata
Concimi a base di mesoelementi Alga Ca Laminaria digitata
Concimi a base di microelementi Alga B Fe Mn Ascophyllum nodosum Laminaria digitata
Concimi a base di microelementi Alga Mix B Mg Ascophyllum nodosum Laminaria digitata
Concimi a base di microelementi Alga CMZ Laminaria digitata
Concimi a base di microelementi Alga Fe Laminaria digitata

APPROFONDIMENTI

Grazie alla propria origine naturale le alghe possiedono senza necessità di alcuna integrazione esterna proprietà peculiari date dall’insieme dei componenti presenti: Elementi minerali, Carboidrati, Sostanze proteiche, Biorego­latori, Sostanze “antistress”, Poliammine e Vitamine.

Effetti delle alghe brune sulle piante

Effetti sulla nutrizione:

  • maggior assorbimento radicale dei nutrienti e più rapida distribuzione degli stessi nei tessuti a più attiva crescita
  • maggior assorbimento fogliare dei nutrienti per aumento della permeabilità della membrana cellulare, in partico­lare con Laminaria spp.
  • più rapida ed uniforme traslocazione dei nutrienti nei tessuti della pianta.
  • regolare svolgimento delle reazioni enzimatiche in cui i microelementi intervengono come coenzimi.

Effetti sui fenomeni fisiologici:

  • incremento della fotosintesi (e quindi aumento della sostanza secca)
  • riduzione della traspirazione
  • stimolo della ripresa vegetativa e della fioritura
  • stimolo dell’allegagione e dell’accrescimento dei frutti
  • miglioramento delle caratteristiche organolettiche dei frutti (peso medio e pezzatura, consistenza polpa, zuccheri, colore)
  • rallentamento dei fenomeni di senescenza (es. degradazione della clorofilla).

Effetti antistress:

  • aumento della resistenza agli sbalzi termici (gelate precoci, alte temperature)
  • aumento della resistenza a carenze idriche e a salinità
  • superamento dei fenomeni di stress da impiego di agrofarmaci
  • attivazione meccanismi naturali di difesa.

Le alghe per una produzione frutticola integrata e di qualità

Consigli per ottenere i migliori risultati:

  • intervenire con formulati specifici, in precise fasi fenologiche, per favorire allegagione, accrescimento dei frutti e miglioramento delle caratteristiche organolettiche
  • intervenire anche in miscela con agrofarmaci
  • intervenire in miscela a meso e microelementi
  • impiegare formulati specifici per prevenzione di particolari fisiopatie come clorosi, butteratura amara o per aumentare la resistenza dei frutti ai marciumi post-raccolta e alla manipolazione
  • intervenire “in soccorso” con funzione antistress (ad es.: gelate).