GOBBI GIB 4LG (GA3 4%)

Fitoregolatore stimolante polivalente.

N. Registrazione

Reg. del Min. Salute n. 14530 del 28/01/2011

Intervallo di sicurezza: 20 gg
Formulazione

Liquida

Composizione

Acido gibberellico (GA3) puro 4 g (=41,6 g/L)
Coformulanti q. b. a 100 g

Confezioni

FLACONI
24 x 50 ml
50 x 100 ml
24 x 250 ml
24 x 500 ml
12 x 1 L
TANICHE
4 x 5 L

Categorie: , Tag:

Descrizione

Gobbi Gib 4LG è un fitoregolatore ad azione stimolante ed allegante. La formulazione liquida in soluzione stabile consente un impiego rapido e pratico del prodotto, anche a dosaggi ridotti.

ModalitĂ  d'uso

Campo d'impiego e istruzioni

Campi d'impiego


Coltura

Seleziona la coltura di riferimento per visualizzarne i dettagli di impiego,dosaggio e trattamento.


Impiego Dosaggio Trattamento
Fogliare 20-40 ml/hl Per prevenire la rugginosità, favorire l’uniformità di pezzatura e l’allungamento dei frutti secondo gli standard varietali: intervenire ad inizio caduta petali proseguendo con altri 3 trattamenti ad intervalli di 10 giorni alla stessa dose.
Fogliare 25-50 ml/hl Per migliorare l’allegagione nelle varietà di difficile impollinazione o partenocarpiche: trattare impiegando 10 hl/Ha quando il 20-30 % di fiori sono aperti nelle aree settentrionali e quando il 90% dei fiori sono aperti nelle aree meridionali. Si sconsiglia l’impiego sulla varietà Decana del Comizio.
Fogliare 40-70 ml/hl Per allungare il rachide: trattare in pre-fioritura con tralcio lungo 4-8 centimetri impiegando 3 ettolitri d’acqua per ettaro;
Per diradare il grappolo: trattare al 30-40% della fioritura impiegando 6 ettolitri d’acqua per ettaro;
Fogliare 10-20 ml/hl Per aumentare le dimensioni degli acini: trattare dopo l’allegagione con acini di 3-4 mm di diametro impiegando 10 ettolitri d’acqua per ettaro;
Per ottenere acini piĂą omogenei o piĂą grandi: ripetere il precedente trattamento dopo 8-10 giorni;
Fogliare 10-20 ml/hl Per allungare il rachide sulle varietà a grappolo compatto: trattare prima della fioritura con tralci di 10-15 cm utilizzando 2-3 ettolitri d’acqua per ettaro. L’allungamento consente una migliore difesa nei programmi di Lotta Integrata contro la Botrytis, grazie ad una migliore aerazione del grappolo. Si raccomanda di effettuare prove preventive al fine di rilevare eventuali sensibilità da parte di alcune varietà.
Fogliare 20-60 ml/hl Per migliorare la qualità della buccia: trattare dopo l’invaiatura impiegando 25 hl/ha.
Fogliare 20-50 ml/hl Per ritardare la raccolta e ridurre la presenza di frutti piccoli: trattare prima dell’invaiatura.
Fogliare 25 ml/hl Per migliorare l’allegagione, specie negli ibridi di scarsa produzione: trattare in piena fioritura per i mandarini e quando i 2/3 dei petali dei fiori sono caduti per i clementini, bagnando completamente le piante.
Fogliare 20-50 ml/hl Per aumentare la consistenza e la pezzatura: trattare all’invaiatura impiegando circa 10 ettolitri d’acqua ad ettaro.
Fogliare 20-50 ml/hl Per ridurre i danni da giallume virotico, da scarsa vigoria e bassa produzione: trattare 10-14 giorni dopo la caduta dei petali utilizzando circa 6 ettolitri d’acqua per ettaro.
Fogliare 40-70 ml/hl Per anticipare e concentrare il periodo di raccolta: trattare impiegando 5-8 hl/ha, 4-6 settimane prima del periodo di normale fioritura.
Nelle zone solite a freddi improvvisi, si sconsiglia di anticipare la produzione e quindi l’impiego del fitoregolatore.
Fogliare 50 ml/hl (2 trattamenti) Per anticipare la produzione: trattare al differenziarsi del primo capolino e ripetere i trattamenti ogni 15 giorni utilizzando 4-5 hl/ha.
Irrigare prima o subito dopo i trattamenti.
In caso di gelate, per stimolare la ripresa della coltura, trattare con 50 ml/hl quando la temperatura è ritornata ai valori normali e le piante si sono riprese. Le varietà che meglio rispondono al trattamento sono quelle a capolini verdi, meno bene quelle violette.
Fogliare 25 ml/hl (4 trattamenti) Per anticipare la produzione: trattare al differenziarsi del primo capolino e ripetere i trattamenti ogni 15 giorni utilizzando 4-5 hl/ha.
Irrigare prima o subito dopo i trattamenti.
In caso di gelate, per stimolare la ripresa della coltura, trattare con 50 ml/hl quando la temperatura è ritornata ai valori normali e le piante si sono riprese. Le varietà che meglio rispondono al trattamento sono quelle a capolini verdi, meno bene quelle violette.
Fogliare 40-90 ml/hl Per aumentare le dimensioni degli acini trattare dopo l'allegagione con acini di 3-4 mm di diametro impiegando 10 ettolitri d'acqua per ettaro.
Per ottenere acini piĂą omogenei o piĂą grandi ripetere quest'ultimo trattamento dopo 8-10 giorni.

Avvertenze

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l’attenzione sulle Indicazioni di pericolo ed i consigli di prudenza riportati in etichetta.

Ai sensi dell'art. 48 del Regolamento CE 1272/2008 (CLP) prima di concludere il contratto d’acquisto si richiede di prendere visione dei pericoli associati al prodotto.

Vuoi ricevere informazioni?

Compila il form sottostante